Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / News / 'Cantiere due agosto': progetto di narrazione popolare

'Cantiere due agosto': progetto di narrazione popolare

creato da Admin298 ultima modifica 21/07/2017 12:35
85 storie per 85 palcoscenici. Promosso dall'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna in collaborazione con l'Associazione Familiari delle Vittime della Strage del 2 agosto, grazie all'ideazione e regia di Matteo Belli e alla consulenza storica di Cinzia Venturoli.

Il progetto prende spunto sulla scia della grande iniziativa “Una vita, una storia”, presentata e realizzata nel 2016 quando, durante la commemorazione del 2 agosto, sono state distribuite cartoline recanti le biografie delle 85 vittime. Il successo che questo lavoro ha avuto a livello locale e l’eco risuonata in ambito nazionale ci ha spinto a pensare ad un suo sviluppo in un ulteriore progetto di racconto.

Così è nata l’idea di “Cantiere 2 agosto”. Il due agosto 2017 ottantacinque narratori racconteranno le ottantacinque storie delle vittime della strage alla stazione di Bologna in diversi luoghi della città: un grande cantiere di narrazione popolare per celebrare il rito laico di una memoria attiva e partecipata che non vuole e che non può dimenticare.

Intendiamo non solo dare vita al ricordo di chi non c’è più, ma anche a una grande esperienza d’incontro pubblico in cui chi narra si fa testimone di un evento cruciale di conoscenza del passato, in rapporto a uno spazio, a un luogo e al tempo presente.

I narratori sono stati coadiuvati dalla consulenza storica di Cinzia Venturoli, collaboratrice dell'Associazione Familiari delle Vittime della Strage del 2 agosto, e dal lavoro registico curato da Matteo Belli.

A una prima fase di ricerca dei narratori, tutti volontari e reclutati fra la cittadinanza attraverso i social media e i mezzi di comunicazione resisi disponibili, è seguito un periodo di studio e realizzazione delle singole narrazioni, a partire dal materiale documentale, fornito dalla storica e dall’archivio dell’Associazione Familiari delle Vittime. Ogni singolo narratore ha avuto a disposizione due incontri con il regista/curatore per strutturare scenicamente il proprio racconto. Infine, il 2 agosto 2017, dalle ore 11 entro le ore 23, ogni narratore racconterà la storia di una delle vittime per dodici volte, iniziando sempre allo stesso minuto di ogni ora. Ciascun narratore si esibirà sempre nello stesso luogo della città, dando vita a una grande polifonia urbana di storie disseminate in ottantacinque palcoscenici naturali, diversi l’uno dall’altro.

Per seguire il percorso delle narrazioni, consulta la mappa interattiva.

(Nota a cura dell'Assemblea Legislativa della Regione Emilia-Romagna)

archiviato sotto:
« gennaio 2020 »
gennaio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031