Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / News / Farmaco Amico anche a Castenaso: così il medicinale è utile anche ad altri

Farmaco Amico anche a Castenaso: così il medicinale è utile anche ad altri

creato da Admin298 ultima modifica 11/06/2018 08:54
Nelle farmacie del territorio cittadino ecco i contenitori verdi per rimettere in circolo i farmaci ancora validi
Perché gettare via una medicina ancora valida ma che non serve più? A questa domanda risponde il programma Farmaco Amico, che offre ai cittadini metropolitani l'opportunità di recuperare farmaci non scaduti con validità residua di almeno 6 mesi e inserirli nel circuito del riutilizzo. Anche Castenaso è entrata a far parte del progetto, con le farmacie della città.

Come funziona? I cittadini possono conferire i medicinali in appositi contenitori verdi messi a disposizione da Hera nelle farmacie Villanova, Lloyds e Contedini di Castenaso.

Per poter essere immessi nel circolo virtuoso del riuso, i farmaci dovranno possedere dei precisi requisiti, tra i quali una validità residua di almeno 6 mesi e le confezioni in un ottimo stato di conservazione, con lotto e scadenza perfettamente leggibili.

Saranno invece esclusi i medicinali che richiedono particolari precauzioni per la loro conservazione, come la catena del freddo, quelli di solo impiego ospedaliero, gli eventuali farmaci stupefacenti e quelli con la stampigliatura “campione omaggio”. La raccolta e la selezione dei farmaci sarà affidata ai volontari della Pubblica Assistenza di Castenaso.

Farmaco Amico è promosso da Hera e ha coinvolto diverse prestigiose realtà locali: Last Minute Market (società spin-off dell’Università di Bologna), l’Ordine dei Farmacisti, l’Azienda USL di Bologna, Ascomfarma, Federfarma e AFM, con l’obiettivo di creare una rete solidale sul territorio. In sintesi: un’esperienza concreta di responsabilità sociale.

L'assessore all'ambiente del Comune di Castenaso Laura Da Re ha sostenuto con forza l'adesione: «Anziché lasciare che un farmaco vada in scadenza, e perda il suo valore, possiamo offrirlo gratuitamente ad altre persone che ne hanno bisogno. È una catena di generosità che genera un valore concreto: in questa sussidiarietà crediamo molto».

Anche sotto il profilo strettamente economico, il progetto sviluppato permette inoltre di recuperare risorse a beneficio del sistema sanitario regionale e, più in generale, della collettività nel suo insieme.

 

Vedi anche: INDICAZIONI PER IL CORRETTO CONFERIMENTO DI FARMACI ANCORA UTILIZZABILI

 

archiviato sotto:
« gennaio 2020 »
gennaio
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
2728293031