Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / News / Prefettura di Bologna: «Le Polizie Locali accertino le violazioni al DPCM 11 marzo»

Prefettura di Bologna: «Le Polizie Locali accertino le violazioni al DPCM 11 marzo»

creato da Admin298 ultima modifica 26/03/2020 12:26
COMUNICATO DEL SINDACO E DELLA GIUNTA La Polizia Locale e i Carabinieri stanno esercitano i dovuti controlli su tutto il territorio, in particolare nei parchi, nel centro della città, presso gli impianti sportivi e gli esercizi commerciali al fine di verificare il rispetto dei provvedimenti in vigore e le relative prescrizioni. Tutte le persone devono mantenere rigorosamente la dovuta distanza tra loro. Anche i nostri volontari dell’Associazione Assistenti Civici e dell’Associazione Nazionale Carabinieri di Castenaso saranno sul territorio 7 giorni su 7 per dare informazione e fare osservazione circa il rispetto delle norme emanate e segnaleranno alle Forze dell'Ordine eventuali inosservanze. Chiediamo a tutti i cittadini la massima attenzione e il necessario rispetto delle norme, come avrete letto o saputo sono già scattate le prime denunce.

Il Prefetto di Bologna Patrizia Impresa scrive ai Comuni dell'area bolognese (ns. Prot. 4221 del 13/03/2020) per sollecitare l'effettuazione di controlli che accertino l'adempimento dei provvedimenti contenuti nel DPCM 11 marzo 2020.
La violazione è accertata dalle Polizie Locali e la sanzione irrogata dallo stesso Prefetto. Chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni per violazione obblighi

Di seguito il testo:

OGGETTO: Polmonite da nuovo corona virus (COVID-2019).

In ragione dell’evolversi della situazione epidemiologica, contrassegnata dal carattere particolarmente diffusivo dell’epidemia e dall’incremento dei casi sul territorio nazionale, con il D.P.C.M. dell’11 marzo 2020, pubblicato in pari data nella Gazzetta Ufficiale, Serie Generale, n. 64, sono state introdotte nuove e più stringenti misure, efficaci fino al 25 marzo 2020, finalizzate al contenimento e alla gestione dell’emergenza in atto sull’intero territorio nazionale.

Le misure previste dal D.P.C.M. in esame vanno ad aggiungersi a quelle introdotte con i decreti dell’8 marzo e del 9 marzo 2020, che restano efficaci, ove compatibili, con le nuove disposizioni, fino al 3 aprile 2020.
A seguito di tale esame di compatibilità, cessano, pertanto, di avere efficacia le misure di cui alle lettere n), o), r) dell’art. 1 del D.P.C.M. dell’8 marzo scorso, nonché quelle di cui alle lettere e) ed f) dell’art. 2 dello stesso decreto.

Inoltre particolare rilevanza rivestono le disposizioni introdotte dall’art.15 del decreto-legge 9 marzo 2020, n. 14, che integrano la disciplina sanzionatoria contenuta all’art.3, comma 4 del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, convertito nella legge 5 marzo 2020, n.13 in caso di inosservanza delle misure adottate ai sensi della normativa emergenziale in questione.

Infatti, l’art.15 del citato decreto, nel far salva l’applicazione delle sanzioni penali ove il fatto costituisca reato, stabilisce che la violazione degli obblighi imposti dalle misure di cui al comma 1 a carico dei gestori di pubblici esercizi o di attività commerciali è sanzionata altresì con la chiusura dell'esercizio o dell'attività da 5 a 30 giorni. La violazione è accertata ai sensi della legge 24 novembre 1981, n. 689, e la sanzione è irrogata dal Prefetto”.

Al riguardo, nel rinviare alle disposizioni di cui alla legge n. 689/81, in tema di accertamento delle violazioni amministrative e di procedure di irrogazione delle relative sanzioni, nonché alla previsione dell’art.7 della legge n. 241/90 sulla celerità del procedimento, si invitano le SS.LL. ai fini di una pronta attivazione dei Comandi di Polizia Municipale, per l’adozione delle conseguenti iniziative.

Tanto si rappresenta, con particolare riferimento alla necessità di assicurare la trasmissione quanto più sollecita dei verbali di accertamento delle violazioni, in base alla gravità delle quali verrà graduata la durata della sanzione.
Si ringrazia.

IL PREFETTO (Impresa)

 

 

 

archiviato sotto:
« aprile 2020 »
aprile
lumamegivesado
12345
6789101112
13141516171819
20212223242526
27282930