Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / Modulistica e classificazione procedimenti / U.O. Tributi/Riscossione / TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

TRIBUTO SUI SERVIZI INDIVISIBILI (TASI)

creato da Castenaso admin ultima modifica 01/06/2016 14:01
Dal 2016 non si paga la Tasi sulle case utilizzate dal proprietario come abitazione principale, in base alla legge di Stabilità (legge n. 208/2015)

 

Aggiornamento
Legge di Stabilità 208/2015

TASI abitazione principale (comma 14)è introdotta l'esenzione per l'abitazione principale non di lusso, la cosiddetta prima casa, ossia l’unità immobiliare dove il soggetto passivo ha fissato la propria residenza e vi dimora abitualmente. Le abitazioni di lusso (accatastate in categoria A/1, A/8 e A/9), nel Comune di Castenaso, rimangono soggette solo a IMU.

 

TASI immobili merce (comma 14)l’aliquota TASI per i cosiddetti “beni merce”, cioè quei fabbricati costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita, purché non locati, è ridotta all’uno per mille. La norma prevede inoltre che i Comuni possono disporre un aumento fino al 2,5 per mille. Per l’anno 2016 l’aliquota da applicare è quella del 2,5 per mille deliberata per il 2015. Per tali immobili rimane comunque l’esenzione IMU.

 

 

 Le informazioni che seguono, fanno riferimento alla disciplina Tasi fino all'anno 2015

Definizione

 

 

La TASI è il nuovo tributo istituito con la legge di stabilità per l’anno 2014 e finalizzato al pagamento dei servizi indivisibili del Comune (Pubblica Illuminazione, Manutenzione verde pubblico, Manutenzione strade, ecc.).

Chi deve pagare la TASI

 

 

Il presupposto della TASI è il possesso o la detenzione, a qualsiasi titolo, di fabbricati, compresa l’abitazione principale e di aree edificabili, a qualsiasi uso adibiti, con esclusione dei terreni agricoli; la definizione degli oggetti imponibili e i criteri di determinazione delle basi imponibili TASI sono gli stessi dell’IMU.
Pertanto, gli immobili soggetti a TASI sono i FABBRICATI (comprese le abitazioni principali e relative assimilazioni) e le AREE EDIFICABILI, mentre sono esclusi i terreni agricoli.

I soggetti passivi del tributo sono i possessori e i detentori dell’immobile.

Per l’anno 2014 il Comune di Castenaso ha previsto l’applicazione della TASI ai soli immobili per i quali dal 1° gennaio 2014 non è dovuta l’IMU e precisamente alle abitazioni principali e a quelle ad essa equiparate, ai fabbricati rurali ad uso strumentale e agli immobili costruiti e destinati dall’impresa costruttrice alla vendita. Non è invece dovuta la TASI sugli altri immobili e sulle aree fabbricabili, che rimangono soggetti alla disciplina dell'IMU (ad esempio: fabbricati locati, ceduti in comodato o tenuti a disposizione).

Come si determina il tributo

 

 

L’importo dovuto si determina applicando alla base imponibile l’aliquota deliberata dal Comune, sottraendo la detrazione per abitazione principale se spettante, tenendo conto delle percentuali di possesso (ogni possessore effettua il versamento della TASI in ragione della propria percentuale di possesso) e dei mesi dell'anno nei quali si è protratto il possesso. A tal fine, il mese durante il quale il possesso dell’immobile oggetto TASI si è protratto per almeno 15 giorni, è computato per intero.
La base imponibile TASI è identica a quella dell’IMU (compresi i moltiplicatori).
Per gli anni 2014 e 2015, le aliquote sono definite dal Comune entro il limite massimo del 2,5 per mille (ad esclusione dei fabbricati rurali strumentali per i quali l'aliquota massima è l’1 per mille), elevabile di uno 0,8 per mille a condizione che vengano previste detrazioni a favore dei possessori di abitazioni principali.

Quando e come si versa il tributo

 

 

Le ordinarie scadenze della TASI sono:

  • entro il 16 giugno si versa la prima rata, pari all’importo dovuto per il primo semestre calcolato sulla base delle aliquote e delle detrazioni dei dodici mesi dell’anno precedente;
  • entro il 16 dicembre si versa la seconda rata, a saldo del tributo dovuto per l’intero anno, con eventuale conguaglio sulla prima rata versata.

Il contribuente ha la facoltà di pagare l’intero tributo annuale in unica soluzione entro il 16 giugno.

 

I versamenti devono essere effettuati tramite il modello F24 o il bollettino di conto corrente postale approvato con DM Economia e Finanze del 23/05/2014.

Il versamento con mod. F24 può essere eseguito dal contribuente, senza commissioni, presso tutti gli sportelli bancari e postali e tramite home banking.

Il versamento tramite bollettino di conto corrente postale sul conto "1017381649" intestato a "PAGAMENTO TASI" può essere effettuato presso gli Uffici Postali ovvero tramite servizio telematico gestito da Poste Italiane S.p.A. (su tale conto corrente non è ammesso il versamento tramite bonifico).

Il Comune mette a disposizione sul proprio sito web un calcolatore per agevolare il contribuente nel calcolo del tributo dovuto, al quale si può accedere tramite il seguente link:

CALCOLO ON LINE IMU - TASI

Dichiarazione

 

 

Per le dichiarazioni TASI valgono i principi generali espressi per l'IMU.

La dichiarazione, se dovuta, deve essere presentata su modello messo a disposizione dal Comune. Per gli immobili per i quali l’obbligo dichiarativo è sorto dall’1/1/2014 la dichiarazione deve essere presentata entro il 30 giugno 2015.

Altre informazioni

 

 

Per la consultazione delle aliquote, dei codici tributo, della modulistica e per ulteriori informazioni, si rinvia ai seguenti link:

 Giugno 2016