Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / Vivi Castenaso / Associazioni / Associazioni di Volontariato / Associazione Nazionale Carabinieri

Associazione Nazionale Carabinieri

creato da Castenaso admin ultima modifica 20/08/2019 08:45

associazione_nazionale_carabinieri_small.jpgSez. 'C.re Gioacchino Lizambri' Castenaso

Piazza Caduti di Nassiriya, 2

40055 Castenaso (BO)

Presidente: C.re Aus. Roberto Brigliadori (333/4796349)

Vicepresidente: C.re Aus. Andrea Marchi (348/2849029)

Segretario di sezione: Socio simpatizzante Dorian Piazzi con delega servizi operativi volontariato e rapporti con i soci
mail: rouge51@gmail.com
cell. 335/7872867

La sezione è aperta tutti i giovedì dalle 21:00 alle 23:30, festività e mese di agosto chiusa.

(Cariche elette in data 11/04/2017, come da verbale n. 73 agli atti della Presidenza e Segreteria di sezione).

 

Homepage: http://www.anccastenaso.altervista.org/

Twitter @AncCastenaso

Facebook https://www.facebook.com/Associazione-Nazionale-Carabinieri-Sez-G-Lizambri-Castenaso-1876192962623759/

Telegram https://t.me/AncCastenaso

Google+ https://plus.google.com/u/0/b/106887156293806859488/

 

La genesi dell'Associazione affonda le proprie radici nelle esperienze di mutuo soccorso della società civile dell'800. A Milano, il 1° marzo 1886, si costituisce la Società di Mutuo Soccorso tra congedati e pensionati dai Carabinieri Reali, la prima vera associazione tra militari non più in servizio. Più di 129 anni fa dunque ha origine la storia dell'Associazione Nazionale dei Carabinieri. Dopo la nascita del sodalizio milanese si assiste a un fiorire di associazioni di carabinieri anche in altre città italiane. Terminata la grande guerra si avverte un forte bisogno di unificazione e infatti il 25 giugno 1926 sorge la Federazione Nazionale del Carabiniere Reale. Fin da subito al nuovo ente viene affidato il Medagliere dell'Arma, per testimoniare la continuità tra l'Arma in servizio, i suoi decorati al valore e l'Arma non più in servizio. Intorno alla metà degli anni '50 la struttura interna dell'Associazione diviene ancora più efficacie ed è a questo punto che le viene accordato il nome di Associazione Nazionale Carabinieri che ancora oggi conserva. Attualmente l'Associazione, che aggrega carabinieri in servizio, in congedo, i loro familiari e tutti i simpatizzanti in quella che è sentita la grande famiglia dell'Arma, conta più di 200.000 iscritti; oltre 140.000 soci effettivi, tra militari in servizio e non più in servizio; circa 1.700 sezioni sul territorio nazionale e 166 organizzazioni di volontariato. A testimonianza della grande forza di comunione che riesce ad accendere va ricordato che l'Associazione è presente in 23 stati di ben 4 continenti

L'Associazione, che è apolitica e non persegue fini di lucro, si propone i seguenti scopi:

  • promuovere e cementare i vincoli di cameratismo e di solidarietà fra i militari in congedo e quelli in servizio dell'Arma, e fra essi e gli appartenenti alle Forze Armate ed alle rispettive associazioni
  • tenere vivo fra i soci il sentimento di devozione alla Patria, lo spirito di corpo, il culto delle gloriose tradizioni dell'Arma e la memoria dei suoi eroici caduti
  • realizzare, nei limiti delle possibilità, l'assistenza morale, culturale, ricreativa ed economica a favore degli iscritti e delle loro famiglie
  • promuovere e partecipare – anche costituendo appositi nuclei – ad attività di Volontariato per il conseguimento di finalità assistenziali, sociali e culturali


Nella sua formulazione originaria lo statuto prevedeva, tra l'altro, di:

  • erogare sussidi ai soci ammalati
  • interessarsi al fine di procurare lavoro o impiego ai soci disoccupati
  • onorare i soci deceduti
  • prendere parte a tutte le cerimonie o feste che esaltano la Fede e la grandezza della Patria e delle Istituzioni
  • tenere il massimo contatto e la massima cordialità con le altre associazioni
  • mantenersi estranei da attività politiche


L'ANC - Associazione Nazionale Carabinieri è un ente regolato da: 
Statuto approvato con D.P.R. 1286 del 25 luglio 1956, con le varianti deliberate dal Consiglio Nazionale nelle sedute del 27 aprile 2006 e 2 ottobre 2007. F.n. 8/4303 in data 30 gennaio 2007 del MINISTERO DELLA DIFESA – Ufficio Legislativo. Iscrizione nel Registro delle persone giuridiche, ai sensi dell’art. 2 del DPR 10 febbraio 2000 n. 361 con protocollo n. 33476/1471/2007 Area V URPG in data 22 maggio 2007 della Prefettura di Roma – Ufficio Territoriale del Governo.

1.      I soci dell’Associazione sono: d'onore; benemeriti; effettivi; collettivi; familiari; simpatizzanti. 
2.      Sono soci d'onore gli ufficiali generali già comandanti generali dell'Arma ed il Vice Comandante generale dell'Arma in carica. Possono, inoltre essere nominati soci d'onore, per determinazione del Comitato Centrale, gli appartenenti all'Arma, sia in congedo che in servizio, decorati dell'ordine militare d'Italia, di medaglia d'Oro al Valor Militare, Civile, dell’Arma dei Carabinieri, dell’Esercito, della Marina e dell’Aeronautica, della Croce d’onore od i loro legittimi rappresentanti qualora i titolari siano deceduti, i grandi mutilati od i grandi invalidi dell'Arma per ferite o infermità contratte in guerra od in servizio d'Istituto, i già Vice Comandanti generali dell'Arma, nonché personalità militari e civili che abbiano titolo di particolare benemerenza verso l'Associazione.
3.      Con analogo provvedimento e anche su proposta dei dirigenti periferici, possono essere nominati soci benemeriti persone, enti o soci di altre categorie, che abbiano procurato all'Associazione considerevoli benefici o vantaggi.
4.      Possono essere soci effettivi coloro che abbiano prestato o prestino servizio militare nell’Arma.
5.      Possono essere soci collettivi i comandi dell'Arma che costituiscono comandi di corpo o reparto autonomo, nonché le sale convegno unificate dei vari reparti dell'Arma.
6.      Possono essere soci familiari gli appartenenti al "nucleo familiare" di coloro che abbiano prestato o prestino servizio militare nell’Arma.
7.      Possono essere soci simpatizzanti coloro che condividono i valori, lo spirito e le finalità statutarie dell’ANC. L’ammissione di soci simpatizzanti è approvata dal Consiglio sezionale.
Possono essere Soci familiari anche gli ascendenti, discendenti, fratelli, sorelle e rispettivi coniugi di coloro che abbiano prestato o prestino servizio nell’Arma. 
Presso le Sezioni estere i Soci discendenti sono equiparati a tutti gli effetti ai Soci effettivi, pertanto hanno diritto di elettorato attivo e passivo. 
I Soci simpatizzanti – compresi quelli appartenenti ai Nuclei di volontariato di p.c. – non possono superare il 30% dei Soci effettivi di ciascuna Sezione.

 

Struttura Organizzativa

Organismi 
CENTRALI

Comitato 
Centrale

Presidenza 
Nazionale

Consiglio 
Nazionale

Organizzazione 
TERRITORIALE

Coordinatori 
Provinciali

Ispettori 
Regionali

Soci & 
Sezioni

 

Volontariato & Protezione Civile
(immagini)

Sulla base dell’esperienza maturata nel settore del volontariato e dell’analisi dei dati relativi al censimento dei Nuclei di protezione civile, il Consiglio nazionale del 19 novembre 2004 ha preso atto dell’opportunità di procedere ad una più precisa configurazione in ambito ANC del volontariato di protezione civile rispetto al volontariato generico. 
Per il volontariato di protezione civile si deve fare riferimento all’art..3 della legge 225/92 che recita testualmente: "Sono attività di protezione civile quelle volte alla previsione e prevenzione delle varie ipotesi di rischio, al soccorso delle popolazioni sinistrate ed ogni attività necessaria ed indifferibile diretta a superare l’emergenza……".

 

Esemplificando, per l’ANC - in funzione delle professionalità acquisite in servizio da ciascun socio - si tratta di svolgere compiti di: monitoraggio del territorio in occasione di grandi eventi e calamità e segnalazione alle autorità competenti; concorso all’assistenza alle popolazioni colpite da calamità (anche in campi specifici: cinofili, sommozzatori, rocciatori, servizio sanitario ecc.); contributo alle attività di difesa del territorio (incendi boschivi, dissesti idrogeologici, monitoraggio dei corsi d’acqua e più in genere dell’ambiente). 
La Presidenza nazionale orienterà la propria azione in modo coerente con i cennati principi, tendendo a migliorare l’efficienza organizzativa ed operativa dei Nuclei, anche mediante accordi con le Regioni che, in base all’evoluzione della legislazione di settore, sono competenti in materia. 
Ogni altra forma di volontariato (manifestazioni locali, assistenza agli anziani, ai plessi scolastici ecc.), riferibile ai principi dello Statuto organico dell’Associazione, dovrà essere praticata ed incentivata in ambito Sezioni ANC mediante i "gruppi di fatto" e le "benemerite", già numerosissimi e particolarmente attivi su tutto il territorio nazionale.

Tutto ciò premesso, i Sigg. Ispettori regionali sono invitati a far conoscere nel più breve tempo possibile quali Nuclei siano in grado - sotto il profilo qualitativo e quantitativo - ed intendano proseguire nell’attività di protezione civile propriamente intesa e quali debbano invece essere considerati "gruppi di fatto" delle Sezioni. 
Restano ferme le norme statuarie e regolamentari in materia di vigilanza sull’operato di ogni tipo di nucleo da parte dei Presidenti di Sezione, soprattutto per quanto attiene il rispetto dei principi e dei modelli di comportamento ANC.

Per la costituzione di Nuclei di Protezione civile e di Gruppi di fatto è necessario richiedere tutte le indicazioni specifiche ai responsabili del SeCoV, reperibili presso questa Presidenza nazionale.

 

Associazione Nazionale Carabinieri Sezione "Carabiniere Gioacchino LIZAMBRI" di Castenaso
La Sezione Associazione Nazionale Carabinieri A.N.C. di Castenaso è stata costituita il 23 novembre 2000 con determinazione n. 3271/ Org. del Presidente Nazionale Gen. C.A.R. Giuseppe Richero.
La sua circoscrizione territoriale coincide con quella del Comune di Castenaso.
Attualmente conta 135 soci tra effettivi, familiari e simpatizzanti.

 

Attestato di benemerenza dalla Presidenza nazionale di ANC (dicembre 2018)

 

Intitolazione della sezione di Castenaso:

Leggi la Monografia
Leggi gli articoli dei giornali: Ottobre 2009 "Lizambri, l'eroe di Pennabilli" - 17/02/2010 Il Resto del Carlino "Castenaso ricorda Lizambri. Intitolata sezione carabinieri"

 

 

 

 

Inaugurazione sede piazza Caduti di Nassiriya 12 maggio 2019
- Programma

 

 

 

Ultimi aggiornamenti fotografici (dal 2019)

 

Maggiori informazioni disponibili sul sito dell' Associazione Nazionale dei Carabinieri - sezione di Castenaso


Il resoconto dell'attività 2018 della sezione

 

Archivio:

Il resoconto dell'attività 2017 della sezione

Il resoconto dell'attività 2016 della sezione

Il resoconto dell'attività 2015 della sezione

Cariche sociali (2015/2020)

- Cariche sociali (2011/2015)

- Cariche sociali (2008/2013)