Salta ai contenuti. | Salta alla navigazione

Comune di CastenasoCittà di Castenaso

Strumenti personali

This is SunRain Plone Theme

Sezioni

Tu sei qui: Home / News / Concorso arti visive Città di Castenaso/Premio in memoria Cesarino Chili

Concorso arti visive Città di Castenaso/Premio in memoria Cesarino Chili

creato da Castenaso admin ultima modifica 26/09/2013 11:35
Vincitori del concorso
Concorso arti visive Città di Castenaso/Premio in memoria Cesarino Chili

Foto di Cesarino Chili

  • SEZIONI SPECIALI:
    - Opere di giovani artisti  9 – 15 anni
    L’esplosione di Nestea Tania Carina
     

-  Opere a tema inerenti a “Castenaso e il suo territorio: storia. cultura, paesaggio”
Termovalorizzatore
di Gianfranco Gubellini
La dissolvenza dei fumi di inquietanti combustioni stempera frammenti di paesaggio rurale che, come antiche rovine di un dipinto classico, resiste allo scorrere del tempo, lasciandosi accarezzare dalla vegetazione spontanea

  • CONCORSO
    Segnalati dalla Giuria
    - Via delle Moline" di Adriano Gramolini 
    -
    Gattone”  di Giovanna Verri 
    -
    "The time – Il tempo" di Nadezhda Veleva
    "Cavedagna in fiore" di Monica Guidotti
    Il cambiamento" di Fabrizio Cadoppi
    - "Passeggiata verdedi Giuseppe Caazzetta
    - "La prima neve"  di Maria Luisa Giordano
    - Capanno"  di Domenico Garosi
    - Attraverso il ponte blu" di Antonella Fiocchi
    - "Nelle valli" di Mara Varotto

 

  • Primi 3 classificati: 

1° Classificato: L’AVVICENDARSI DEL TEMPO: SIMBOLOGIE ED ARCHITETTURE di Patrizio Oca
Un sogno di architetture accese dai colori complementari fa convivere il giorno con la notte, interno ed esterno, il presente col passato. Una fiaba visiva che attinge dalla  realtà di antiche pietre i suoi protagonisti. La sapienza tecnica gioca con l'improvvisazione, mescolando il piacere della pittura con la selezione, colta e attenta, dei particolari. 

2° Classificato: LA LUNA TRA LE TORRI di  Aurelio Nolli
Immagini della memoria, passeggiate serali al lume di una luna arcaica; architetture graffiate dal romanico padano; l'evocazione prende il posto della mera descrizione. Linee che sfuggono all'ortogonalità del progetto, macchie di colore che sapientemente dosano la quantità e la qualità degli azzurri, trattenendo un frammento di rosso in alto a destra. Unica presenza calda, centellinata, preziosa, quasi fosse il calore emerso da un ricordo d'amore.

3° Classificato : GINESTRE A “RIOSTO” di Lorenzo Tancini
Freschezza e sintesi nell'interpretazione del soggetto, che sviluppa, senza lasciarsi tentare dall'aneddoto, il sentimento di un paesaggio d'inizio estate, a un tempo gioioso e severo.Il primo piano ci pare come sfocato, preludio al reale protagonista del quadro: la profondità del paesaggio. La ginestra si impenna col suo verde scuro in controluce, e si accende di bagliori giallo vivo. Dietro è la distesa di colline dolci e  curate, come già lo erano quelle, ben note, di un trecentesco, col quale condivide anche la scelta del supporto (tavola e non tela).

 

 

archiviato sotto:
Newsletters


formato HTML
Text
Archivio